Windows Phone 8

Apollo è il nome della missione che ha portato il primo uomo sulla Luna e ora è anche quello del nuovo sistema operativo mobile sviluppato da Microsoft. Windows Phone 8 arriverà in autunno, insieme a tante novità: vediamole insieme.

Insieme a Windows 8 – Non è un caso che il nuovo sistema operativo mobile di Microsoft venga lanciato quasi contemporaneamente all’ottava “major release” di Windows: entrambe le piattaforme si appoggeranno, infatti, sullo stesso kernel – il cuore del sistema operativo – e, così, diventerà più semplice per gli sviluppatori portare le applicazioni dal computer allo smartphone e viceversa. Questa scelta, inoltre, consentirà a Windows Phone 8 di funzionare su più architetture hardware.

Il meglio del meglio – A proposito di architetture, si è parlato a lungo dei limiti del precendente Windows Phone 7, che non sarebbe stato in grado di sfruttare appieno i processori multi-core e i display in alta definizione. La versione 8, al contrario, raggiungerà la risoluzione WXGA – 1.280 x 768 pixel – e darà il meglio di sé con le più recenti CPU quad-core, come l’Nvidia Tegra 3. Rimanendo in ambito hardware, verrà finalmente supportata la tecnologia NFC per effettuare pagamenti usando solo lo smartphone.

Portafoglio integrato – Windows Phone 8, oltre all’NFC, offrirà anche una nuova applicazione – conosciuta come “Wallet” – che raggrupperà tutti i sistemi di pagamento – compreso il credito telefonico – per i nostri acquisti, sia reali che virtuali, memorizzando ricevute e ticket rilasciati. Questa sorta di portafoglio mobile richiederà l’uso di speciali SIM certificate per funzionare. Sei stato colto da un vago senso di déjà vu? In effetti, l’app Passbook, che verrà rilasciata insieme a iOS 6, non sembra poi molto differente: chissà chi ha copiato chi.

Un lifting per Metro – Interfaccia che vince non si cambia, se non in minima parte. La Metro UI, con le sue grosse e colorate Live Tiles, è confermata, seppure con alcuni doverosi ritocchi, soprattutto in vista di schermi molto più definiti. Le piastrelle sono diventate ridimensionabili e ancora più ricche di animazioni, mentre il menu di avvio offre maggiori possibilità di personalizzazione, per venire incontro agli utenti graficamente più esigenti.

MicroSD sbloccate – Il nuovo sistema operativo utilizzerà in modo più efficiente e flessibile le schede di memoria di tipo microSD, che potranno finalmente essere cambiate e spostate a proprio piacimento, anche in dispositivi Android. D’altronde, tra le quattro case produttrici che adotteranno Windows Phone 8, solo una è quasi esclusivista Microsoft – Nokia – mentre le rimanenti tre – Samsung, HTC e Huawei – continueranno a sviluppare smartphone con Bada, Android e altre piattaforme: meglio, quindi, non farle arrabbiare, imponendo inutili blocchi.

Nokia Maps per tutti – Visto che abbiamo parlato di Nokia, sembra proprio che la partnership tra l’azienda finlandese e Microsoft si stia rafforzando, dopo l’incoraggiante inizio. Il sistema di navigazione satellitare Nokia Maps sarà disponibile su tutti i dispositivi che monteranno Windows Phone 8 e utilizzerà la cartografia offline fornita da Navteq. Anche in questo caso, il riferimento alla nuova versione dell’app Mappe di iOS 6 sembra tutt’altro che casuale: di nuovo, chissà chi ha copiato chi.

IE10 e VoIP – Oltre alle Nokia Maps, all’interno degli smartphone troveremo Internet Explorer 10, il celebre browser completamente rivisto e rinnovato, che sarà lo stesso che potremo utilizzare anche su computer e tablet. E non va dimenticato che Microsoft ha comprato Skype da circa un anno: ancora non si erano visti i frutti di questa acquisizione, ma era solo questione di tempo. Windows Phone 8 integrerà, infatti, un sistema per effettuare chiamate VoIP attraverso reti 3G e 4G, e siamo pronti a scommettere che il know-how necessario sia stato fornito proprio da Skype.

Sicurezza assoluta – Microsoft ha preparato perfino una risposta per i suoi detrattori, che da sempre l’accusano di sviluppare sistemi operativi vulnerabili ed esposti ai pericoli che circolano in rete. Il nuovo Windows Phone 8 non avrà nulla da invidiare all’impenetrabile iOS 6, tant’è che non necessiterà di un antivirus – come ipotizzavano i più malevoli – e, anzi, grazie al sistema di criptazione BitLocker, i nostri dati saranno sempre al sicuro.

WP7 non è aggiornabile – C’è una sola nota negativa, emersa dalla presentazione che si è tenuta ieri a San Francisco: Apollo non potrà essere installato su nessuno dei modelli di smartphone attualmente sul mercato e le app sviluppate per WP8 non saranno retrocompatibili, mentre quelle create per Mango continueranno a funzionare senza problemi: il punto è che un dispositivo apparentemente innovativo e performante come il Lumia 900 rischia la paralisi commerciale, perché nell’arco di pochi mesi è destinato a diventare obsoleto.

Windows Phone 7.8 – Questa è proprio una brutta notizia per i fedelissimi di Nokia, anche se Microsoft ha cercato di indorare subito la pillola, annunciando un aggiornamento – prettamente estetico – dei dispositivi più recenti alla versione 7.8 di Windows Phone, che non utilizzerà il kernel di Apollo, ma che comunque offrirà un’interfaccia pressoché identica a quella del suo erede.

Annunci
Contrassegnato da tag ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: