Rehab

Ciao a tutti,

oggi vi dedico questa canzone

REHAB

Amy Winehouse

Amy Winehouse

Approfitto di questa rubrica per dare omaggio alla cantante scomparsa settimana scorsa.

Amy Jade Winehouse (Londra, 14 settembre 1983 – Londra, 23 luglio 2011) è stata una cantautrice britannica.

Ha debuttato nel mondo della musica pubblicando, nel 2003, per l’etichetta discografica Island, l’album di debutto Frank, che riscuote un buon successo di pubblico e critica.
Il vero successo arriva nel 2007, con l’uscita del secondo album Back to Black, che trainato da singoli come Rehab, Love Is a Losing Game e l’omonima traccia Back to Black ha scalato le classifiche mondiali, ottenendo un successo che l’ha portata alla vittoria di cinque Grammy Awards.
Contemporaneamente, l’artista ha fatto spesso parlare di sè per severi problemi legati a droga, alcool e disordini alimentari che l’hanno portata a ritardare la realizzazione del suo terzo album fino alla prematura morte, avvenuta nella sua casa, a Londra, in circostanze ancora da chiarire.

Amy Jade Winehouse proviene da una famiglia ebraica (il padre fa il tassista e la madre è infermiera).
Cresce nel vicino quartiere di Southgate, dove frequenta la Ashmole School.
All’età di dieci anni fonda un gruppo rap amatoriale chiamato Sweet ‘n’ Sour, as Sour.
Lo descrive come la versione bianca ed ebraica delle Salt-n-Pepa.
A tredici viene espulsa da scuola perché non si applica e a causa di un audace piercing al naso.

Il suo album di debutto, Frank, viene pubblicato il 20 ottobre 2003.
Viene prodotto principalmente da Salaam Remi, con molte influenze jazz e salvo due cover, ogni canzone è scritta (anche se non interamente) dalla Winehouse.
L’album riceve critiche positive, due dischi di platino e vende in totale 1 milione e mezzo di copie. La sua voce viene paragonata a quella di Sarah Vaughan e Macy Gray.

Il 27 ottobre 2006 viene pubblicato a livello mondiale l’album Back to Black, che in Inghilterra arriva alla vetta della UK Albums Chart in pochissime settimane.
Negli USA l’album raggiunge la posizione numero 7º ed è un debutto molto alto per un disco di una cantante inglese nella Billboard 200.
Il singolo apripista ad aver anticipato l’uscita dell’album è Rehab, pubblicato il 23 ottobre 2006, che diviene un tormentone mondiale.

Il 10 febbraio 2008 vince cinque Grammy Award. La cantante si aggiudica così tre dei quattro premi più importanti e si allinea alle altre quattro cantanti che abbiano ottenuto un numero così elevato di riconoscimenti in un solo anno: Lauryn Hill, Alicia Keys, Norah Jones e Beyoncé.

Dopo le vicende inerenti alla sua salute che l’hanno coinvolta all’inizio dell’estate 2008, Amy è stata in cura per ritornare a casa sua dai suoi genitori.
Allo stesso tempo, proseguivano i lavori per il nuovo album; a metà agosto 2008 il padre di Amy dichiara che “molto materiale per il nuovo album è pronto e lei si sta “rimettendo in sesto” per la sua uscita, per il quale non era ancora stata fissata una data certa.

Alle 15:53 del 23 luglio 2011 la cantante è stata trovata morta nel letto della sua casa di Camden Square da una sua guardia del corpo.
Amy Winehouse aveva 27 anni ed è dunque andata tristemente ad aggiungersi a quella cerchia di artisti colpiti dalla cosiddetta maledizione del 27 in quanto morti proprio a quell’età per via del loro abuso di alcool e droghe ovvero: Jimi Hendrix, Janis Joplin, Jim Morrison e Kurt Cobain.

Eccovi la canzone che da il titolo all’articolo:

Ciao e alla prossma,

Marco

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: